Cronache del basso futuro

13 Apr

Io non gli darei una sterlina a quello che ne porta il cognome ed a cui attribuiscono la nomea di “teorico del cyberpunk“. Bruce Sterling, noto scrittore di fantascienza, si pronuncia sul futuro di Facebook prevedendone la morte  entro il prossimo decennio… ma va?! Non lo aveva ancora insinuato nessuno! Ci voleva la parola dell’esperto di soap-opera spaziale in approccio soft-core?!

La fortuna di Sterling è stata quella di pubblicare, prima di chiunque altro, la storia di gente che si fa una sega guardando un porno amatoriale in tv, ambientandolo su un pianeta chiamato Reverie come se fosse roba di un’altro mondo! Niente di nuovo per questo torbido futuro in cui gran parte del genere umano si farebbe innestare direttamente nel cervello (tanto nel cranio c’è spazio in abbondanza) un’applicazione volta a spiare il profilo di menti altrui. Ma il primo a parlare veramente di “connessioni” ed “innesti”, unico vero padre del cyberpunk, è  William Gibson a cui Sterling non ha fatto altro che andare dietro, con tanto di latente sfottò direttamente da Wikipedia:

“Tra gli esponenti più noti vengono comunemente indicati William Gibson, per i racconti e romanzi fortemente innovativi e caratteristici dal punto di vista stilistico e delle tematiche, e Bruce Sterling, per l’elaborazione teorica. Sterling ha definito a posteriori il cyberpunk…”

Mi disturba alquanto che venga dato spago a questo giornalista-opinionista solo perché 30 anni fa in teoria ha definito qualcosa per di più scritto da altri! Ed affermare oggi che “I social network avranno al massimo sette, forse 10 anni di vita ancora. Poi saranno sostituiti da nuovi media.” non la riterrei un’osservazione così acuta da parte di qualcuno che di fantascienza ne scrive! La mia risposta rimane quella che darei al più tonto della cricca che, nonostante tutto, non riesce a stare al passo con il resto del gruppo: Ste’, grazie al cazzo!

Annunci

8 Risposte to “Cronache del basso futuro”

  1. Black75 aprile 14, 2011 a 7:49 am #

    mah… più che altro “chi” ci mostrava solo due anni più tardi (1982) l’impiego di droni di piacere lo straccia alla grande Sterling! E mettiamoci pure che il suo film è liberamente ispirato ad un romanzo del 1968!

    • Molly M. aprile 15, 2011 a 8:35 am #

      Hahaha Ci ho messo un po’ a capire che stavi parlando Blade Runner XD Ho fatto un po’ di fatica a ricollegare tramite le date visto che non ero ancora nata 😛
      “Ma gli androidi sognano pecore elettriche?” dovrebbero metterlo come lettura obbligatoria nelle scuole al posto de I Promessi Sposi.

  2. benzinagricola aprile 14, 2011 a 2:04 pm #

    Sterling mi sembra uscito da una soap americana.

    • Molly M. aprile 15, 2011 a 8:36 am #

      Infatti ha sbagliato mesteriere… interpretare il ruolo di qualcun’altro poi gli riesce benissimo!

  3. Emix aprile 15, 2011 a 8:32 am #

    Sterling ha l’alito che puzza di cibo per gatti.

  4. Black75 aprile 15, 2011 a 5:40 pm #

    hehehehe, “ho visto cose….”
    bellissimo ed intramontabile!
    Emix parla con cognizione di causa, una volta Sterling ha baciato Scilla… o almeno “così si chiacchera nella grande rete” 🙂

  5. Molly M. aprile 15, 2011 a 7:16 pm #

    Emix… mi dispiace per la tua gatta!

  6. lorenzo aprile 21, 2011 a 3:07 pm #

    io mi facevo seghe guardando porno amatoriale quando ancora c’era lando in edicola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: